LA DORICA AMMALIA IL NORD EST

L’ENIT preannuncia un autunno importante in termini turistici, con una rinnovata propensione a viaggiare nei week end, soprattutto da parte dei nostri connazionali.

Vanno in questa direzione le recenti missioni promozionali realizzate dal Comune di Ancona in Friuli Venezia Giulia ed in Veneto, un bacino particolarmente sensibile ai richiami delle proposte turistiche anconetane.

A Turriaco, attraverso l’appeal esercitato dalla gastronomia, Ancona è stata invitata in qualità di ospite d’onore alla “Festa dello Stoccafisso”, realizzando una promozione a tutto tondo, grazie anche alla partecipazione diretta di un alfiere della cucina anconetana e, in particolare, dello stoccafisso.

A Trieste si è svolto un interessante incontro finalizzato a possibili collaborazioni in campo turistico e culturale, in ambito Macroregione adriatico-ionica, con una città che, nel 2020, sarà la “Capitale europea della scienza”.

Un’ulteriore iniziativa è stata sviluppata ad Isola della Scala, in provincia di Verona, nell’ambito di una manifestazione capace di attrarre, nei venti giorni di apertura, ben 500.000 visitatori. Qui Ancona si è presentata con l’offerta autunnale ed invernale legata alla stagione culturale del Teatro delle Muse e con i suoi sapori marinari, nel corso di una serata denominata “Le Marche si tuffano in Adriatico” realizzata in collaborazione con Tipicità e con il Comune di Fermo.