Festa della Cicerchia all’insegna dei sapori della memoria

A Serra de’ Conti (AN) si conclude il Grand tour delle Marche, un percorso di 32 tappe attraverso la regione

 

Festa della Cicerchia all’insegna dei sapori della memoria

 

Celebrazione di un legume povero, autentico scrigno di benessere, buongusto e biodiversità

 

Dopo sette mesi e ben trentadue tappe attraverso altrettante manifestazioni, l’edizione 2017 del Grand Tour delle Marche si conclude nell’entroterra anconetano, al centro di un suggestivo paesaggio ondulato dai dolci colli trapunti dai vigneti del Verdicchio dei Castelli di Jesi, che si estende tra i contrafforti della dorsale appenninica e l’azzurra linea del mare Adriatico.

Un epilogo altamente scenografico per questa iniziativa, varata da Tipicità ed ANCI Marche per realizzare uno storytelling di questa splendida regione attraverso gli eventi che celebrano due fondamentali attrattori: cibo e manifattura.

Nell’ultimo fine settimana di novembre, da venerdì 24 a domenica 26, si tiene la Festa della cicerchia, un tradizionale appuntamento dedicato alla celebrazione di un legume povero, strettamente legato alla cultura alimentare del territorio.

Riscoprendo i sapori della memoria, l’evento propone l’esaltazione della biodiversità, unitamente al buongusto ed ai colori e profumi autunnali. Adottando la cicerchia come simbolo promuove, inoltre, i prodotti tipici di qualità, salvaguardando dall’estinzione le realtà produttive minori. A sottolineare questi aspetti saranno presenti gli Agricoltori Custodi delle Marche.

Durante la festa sarà possibile visitare la mostra d’arte “Ceramiche”, di Marta Palmieri, e l’interessantissimo Museo delle Arti Monastiche “Le stanze del tempo sospeso”.

Esibizioni di bande musicali, giocolieri, artisti di strada, insieme a degustazioni guidate e spettacoli di folklore, completano l’invitante weekend di Serra de’ Conti, fruibile anche attraverso le apposite combinazioni proposte nella piattaforma www.tipicitaexperience.it.