GUSTAPORTO 2021 LANCIA IL FUTURO BLU

Con Gioacchino Bonsignore, a Civitanova Marche entra nel vivo la seconda tappa del Grand Tour delle Marche

 

CIVITANOVA MARCHE – Al via oggi la manifestazione GustaPorto con una mattina tutta concentrata nel Mercato Ittico, luogo simbolico dell’incontro tra mare e terra.

“Gusto Adriatico” l’evento che ha aperto la quarta edizione della manifestazione, con pescatori, commercianti, la voce dell’Ateneo ed i consigli della chef Barbara Settembri. Una formula promozionale moderna e fruibile da tutti in streaming, che ha evidenziato le tipicità di mare e di stagione: triglie, naselli, lanzardi, insieme a scampi, moscardini e le gustosissime ostriche dell’Adriatico.

“GustaPorto è per noi innanzitutto un momento di ascolto. Questo è il momento storico giusto per porre sul tavolo seriamente la questione di come vediamo il nostro futuro. Innovare significa anche valorizzare la tradizione e l’identità. E’ questo il futuro realmente sostenibile, quello che porta valore aggiunto alla comunità. E quando parlo di Civitanova non parlo solo della città ma di un territorio molto vasto che interagisce costantemente”.

Con queste parole introduttive del Sindaco di Civitanova Marche, Fabrizio Ciarapica, si è tenuto questa mattina anche l’Agorà “Next Generation in porto” coordinato dal caporedattore del TG 5, Gioacchino Bonsignore. Presente anche il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, che ha parlato di “sfida molto importante che parte da luoghi come questo, pieno di storia, dove generazioni di lavoratori hanno costruito un’eccellenza della pesca, a Civitanova, una delle flotte più importi dell’Adriatico, insieme alla cantieristica. Dalla nostra regione partono prodotti che conquistano fette importantissime di mercato ed è da situazioni come questa che intravediamo la possibilità dii costruire un futuro straordinario che guarda alle nostre origini e si proietta in sfide turistiche e commerciali.

All’Agorà anche le parole di Massimo Polacco, rappresentante della Camera di Commercio delle Marche: “Civitanova è il centro del commercio marchigiano. La pesca diventa elemento di attrazione per il turismo”. A dare il loro contributo di idee e progetti anche il Rettore dell’Università di Camerino, Claudio Pettinari “solamente con concretezza potremo far sì che le risorse in arrivo saranno utilizzate al meglio. La conoscenza è fondamentale”, insieme ai delegati degli Atenei di Ancona e Macerata, la capitaneria di porto ed i protagonisti della blue economy.

A conclusione della mattinata, un Aperitivo in peschereccio con i rappresentanti della stampa nazionale.

GustaPorto prosegue fino alla serata di domenica, con tanti ospiti, esperienze in porto, cibo da passeggio e attività culturali nei cantieri, sempre nella massima sicurezza e con attività consentite dall’attuale normativa anti-covid.

Domenica mattina, 13 giugno, apre la mostra Civitanova ed il suo mare e s’inaugura ufficialmente il Museo di arte urbana Vedo a Colori.

Nel pomeriggio il porto di Civitanova si animerà con il cibo di mare in versione “da passeggio”, le passeggiate esperienziali tra i suggestivi “moletti” gestiti dalle associazioni locali e lo show artistico e musicale (su prenotazione) ambientato nei suggestivi cantieri navali, insieme alla rassegna di immagini del fotografo-pescatore Mario Barboni.

L’iniziativa è tappa del Grand Tour delle Marche, il circuito di Tipicità ed Anci, in collaborazione con la Regione Marche e con la project partnership di Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking.

GustaPorto prosegue fino al 20 giugno. In città sono ben 33 le strutture aderenti con il circuito di menù a tema nei ristoranti e negli chalet, insieme a speciali proposte di soggiorno formulate da albergatori e strutture ricettive alternative della città, con la formula “GustaPorto Week”.

Info: www.gustaporto.it

Iscriviti alla Newsletter

You have Successfully Subscribed!