Vincisgrassi: don’t call it lasagna!

Parte da Foligno il percorso verso Tipicità Evo 2022 (19 e 20 novembre a Macerata) e Tipicità Festival 2023 (Fermo 11-13 marzo 2023), con un evento speciale dedicato ai Vincisgrassi alla maceratese, nell’ambito della manifestazione “I Primi d’Italia”.

Nel centralissimo Auditorium di Santa Caterina, un folto pubblico di blogger, giornalisti ed amministratori ha partecipato al debutto nazionale dei Vincisgrassi alla maceratese STG, grazie all’invito degli organizzatori di EPTA Confcommercio Umbria.

Da qualche mese – ha spiegato agli ospiti l’assessore alle attività produttive di Macerata, Laura Laviano – questa pietanza che rappresenta l’essenza della nostra cultura gastronomica, è stata riconosciuta dall’Europa come meritevole della prestigiosa denominazione di Specialità Tradizionale Garantita. Grazie al comitato che ha lavorato per questo risultato, la Provincia, il Comune, la Camera di Commercio, l’associazione cuochi Macerata, le due Università di Camerino e Macerata, nonché l’Accademia della Cucina Italiana e l’istituto alberghiero di Cingoli, oggi il nostro territorio dispone di un potentissimo ambasciatore, riconosciuto e certificato, che può rappresentare un volano per tutta l’offerta territoriale”.

Un vero e proprio tripudio ha accolto la degustazione guidata dei vincisgrassi, realizzati per l’occasione dall’istituto alberghiero “Varnelli” di Cingoli e sapientemente illustrati da Letizia Carducci e Iolanda Marchegiani dell’associazione cuochi. Presente anche la responsabile dell’organismo di controllo, l’A.M.A.P., che ha illustrato il percorso a garanzia della denominazione. Ad accompagnare i Vincisgrassi STG i vini dell’azienda agricola Lucarelli Luigi di Gualdo, un omaggio alle aree interne del maceratese, che si dimostrano sempre capaci di offrire al mondo prelibatezze di alta qualità.

Ad accogliere la delegazione marchigiana il Sindaco di Foligno Stefano Zuccarini, insieme agli assessori alla cultura e turismo della città umbra. “Per noi è importante avere un legame così vivo con la città di Fermo ed il territorio marchigiano – ha esordito Zuccarini – e rinnovo al Sindaco Calcinaro tutta la nostra collaborazione per attività che valorizzino le nostre rispettive città, come le proficue esperienze che abbiamo già sviluppato”.

Accogliamo con grande piacere la disponibilità della comunità folignate e siamo pronti a collaborare, grazie alle iniziative che caratterizzano le due città e le uniscono idealmente – le parole del Sindaco Paolo Calcinaro. Mi riferisco in particolare alle prestigiose rievocazioni storiche, la Quintana e la Cavalcata, insieme ai collaudati Festival di portata nazionale ed oltre, ossia Tipicità ed I primi d’Italia”.

I nuovi collegamenti tra Foligno e le Marche – ha sottolineato il direttore di Tipicità Angelo Serri – ci consentono oggi di pensare in modo più ampio alla valorizzazione dei nostri territori, con scambi reciproci e collaborazioni come questa che alimentano l’attrattività complessiva dell’area e delle tante qualità che caratterizzano l’Italia di mezzo”. A suggellare queste considerazioni, anche la presenza del sindaco di Camerino, Roberto Lucarelli.

Iscriviti alla Newsletter

You have Successfully Subscribed!